Loading

Home >> Portale Manga e Anime >> Princess Lover!


Princess Lover!

Princess Lover! (プリンセスラバー! - Purinsesu Rabā!) è una visual novel giapponese e primo titolo sviluppato dall'azienda Ricotta.

Il gioco è stato in seguito adattato in tre light novel scritte da Utsusemi e illustrate da Hyūma Kitsuhi. Sono stati anche realizzati due adattamenti manga: il primo, illustrato da Naoha Yuigi, ha cominciato ad essere serializzato sulla rivista Media Factory Mobile! della Media Factory il 20 marzo 2009; il secondo, illustrato da Yu Midorigi, è stato invece serializzato sulla rivista di manga Comic Valkyrie a partire dal 27 luglio 2009.

Il 5 giugno 2009 l'anime, prodotto dallo studio GoHands, ha iniziato a essere trasmesso su Chiba TV in edizione censurata, mentre la trasmissione in streaming e la pubblicazione in DVD sono in edizione integrale.

Nota: Sul nostro sito inseriamo le informazioni relative solamente alle light novel, ai manga e alla serie TV anime. Il resto dei prodotti, ovvero la visual novel e gli OVA, non verranno riportati poiché prodotti di genere erotico e pertanto vietati ai minori, non consentiti su questo sito!


Trama

Dopo aver perso i genitori in un incidente stradale di ritorno da una gita di famiglia, Teppei Arima viene adottato dal nonno Isshin, che gli impone di diventare il suo successore a capo dell'Arima Group Corporation. Per prepararsi al suo debutto nell'alta società, Teppei comincia così a frequentare la Shuuhou Gakuen, una scuola per ragazzi di buona famiglia, dove incontra quattro ragazze, con le quali nasceranno forti legami, amicizie, ma anche amori.


Media

Light novel

Princess Lover! è stato adattato in una serie di light novel scritte da Utsusemi e illustrate da Hyūma Kitsuhi.

La prima, intitolata Princess Lover! Il romanzo di Sylvia van Hossen (プリンセスラバー! シルヴィア ファン・ホッセンの恋路 - Purinsesu Rabaa! Shiruvia Fan Hossen no Koiji), è uscita il 29 novembre 2008. La seconda, Princess Lover! Il romanzo di Charlotte Hazelrink (プリンセスラバー! シャルロット=ヘイゼルリンクの恋路 - Purinsesu Rabaa! Sharurotto Heizerurinku no Koiji), è uscita il 30 maggio 2009. Entrambe queste light novel sono state pubblicate dalla Kill Time Communication e rilasciate in edizione normale e limitata. Le edizioni limitate includevano il libro e una scheda telefonica (il secondo titolo ha ricevuto invece anche una versione con incluso un poster).
Un terzo titolo, Princess Lover! Il romanzo di Sylvia van Hossen 2, ha cominciato a essere serializzato sulla rivista Nijiken Dream Magazine di Kill Time Communication il 17 giugno 2009.

Il 2 dicembre 2008 Max ha pubblicato un visual fan book di 135 pagine, contenente illustrazioni, l'introduzione e la spiegazione della storia e dei personaggi, scenografie e bozzetti, un'intervista al team di sviluppo della serie e anche un breve racconto intitolato Little Princess!.


Manga

Princess Lover! è stato adattato in due manga. Il primo, illustrato da Naoha Yuigi, è stato serializzato su Media Factory Mobile! di Media Factory dal 20 marzo 2009; il secondo è stato serializzato su Comic Valkyrie della Kill Time Communication. Il secondo, che ha iniziato la serializzazione mentre il primo era ancora in corso, è stato illustrato da Yu Midorigi, che ha ricevuto assistenza da Utsusemi, l'autore degli adattamenti light novel.


Anime (solo serie TV)

Princess Lover! è stato formalmente annunciato nel marzo 2009 attraverso il suo sito ufficiale. L'anime è stato prodotto da GoHands come prima produzione come studio di animazione, ed è stato diretto da Hiromitsu Kanazawa e scritto da Makoto Nakamura. È stato per la prima volta mostrato un video come proiezione pubblica in Akihabara il 21 giugno 2009, e di nuovo al Tvk Anime Matsuri 2009 di Kanagawa TV mostrato nel Nippon Seinenkan a Shinjuku, il 27 giugno 2009. Entrambi gli eventi sono stati caratterizzati dalla proiezione pubblica del primo episodio dell'anime con Umineko non Naku Koro ni, oltre a vari altri anime per l'evento Tvk Anime Matsuri. L'anime ha iniziato la sua trasmissione televisiva in Giappone il 5 luglio 2009 su Chiba TV e TV Kanagawa, terminata poi il 20 settembre 2009 in edizione censurata. Essi hanno anche rilasciato una versione non censurata nella sezione webcast, successivamente pubblicata in DVD.


Censura giapponese

L'anime, sulle reti televisive, è stato censurato nel video per la presenza di fanservice, mentre l'audio non ha subito modifiche per la messa in onda. Di seguito le principali censure presenti.

  • Ogni volta che vengono mostrate le mutandine dei personaggi femminili è stata aggiunta un'ombra per nasconderle.
  • Nel 4º episodio è stata censurata la scena nella quale Teppei vede alcune modelle cambiarsi per la sfilata: le modelle, nell'edizione integrale, si stavano cambiando, mentre in quella censurata sono ancora vestite.
  • Il 6º episodio è stato quello maggiormente censurato: è stato infatti aggiunto vapore digitale per nascondere le nudità delle ragazze e, nella scena degli spogliatoi, allargata l'ombra quando la ripresa avveniva dal mobilio.
  • La sigla di chiusura è stata censurata aumentando il livello di vestiti indossati dalle protagoniste: nell'edizione televisiva vengono mostrate con i soliti abiti che indossano nel corso dell'anime e vengono poi lasciate in costume, mentre nell'edizione intergrale vengono mostrate in costume e poi con il seno scoperto.


comments powered by Disqus


Pagina creata da: Coro95
Pagina creata il: 14/12/2012
Ultimo update da: Coro95
Ultimo update il: 14/12/2012 ore 17.49

 
Crea un sito Web gratuito con Yola.